Tartufo
La storia del Tartufo
 
I luoghi del tartufo 
 
 Tartufo
nero
 Tartufo
bianchetto
 Tartufo
estivo
Tartufo
invernale
Tartufo
nero liscio
Tartufo
di Bagnoli

ABRUZZO

In Abruzzo vi sono le seguenti aree tartufigene:
Tartufi Neri che si trovano in provincia de L'Aquila si parte da Sud della Val Roveto passando sugli altopiani della Marsica (Luco e Gioia dei Marsi, Scanno, Pescasseroli) compresa la zona del Fucino (Avezzano e Pescina), la Conca dell'Aquila (Fagnano, Celano, Magliano dei Marsi, Monte Velino) sino alle pendici del Gran Sasso (Scoppito è il centro più rinomato situato ad Ovest de L'Aquila).
Altre zone tartufigene sono la Conca di Capestrano (Sud-Est tra il Gran Sasso e la Maiella), la Valle Peligna (a Nord di Sulmona) e l'Altopiano dei Navelli.
Molto importante è la produzione di Tartufo Bianco Pregiato della Val di Sangro (a sud della Maiella) dal comune di Castel di Sangro a scendere lungo i corsi dei fiumi Sangro e Trigno toccando i comuni di Rosello, Borrello, Pizzoferrato, Quadri, Torrebruna, Carunchio, questi ultimi in provincia di Chieti.
Altri comuni interessati alla produzioni di Tartufi Neri in provincia di Chieti sono Casoli, Guardiagrele, Fara S.Martino e Lama dei Peligni.
Negli ultimi due comuni si ritrova principalmente Tartufo Nero Pregiato.
In provincia di Pescara si raccolgono diversi tipi di tartufo; ricordiamo le zone lungo il fiume Pescara partendo da Popoli e Bussi sul Tirino fino ad arrivare a tutte le zone collinari.
I centri più importanti sono Loreto Aprutino, Penne. Infine per quanto riguarda la Provincia di Teramo altra importante realtà tartufigena (si raccoglie in quasi tutto il territorio della Provincia).

» altre info